E-R |

Fecondazione eterologa: questionario per una prima autovalutazione sulla possibilità di donare i gameti


 


La fecondazione eterologa è una forma di procreazione medicalmente assistita in cui il seme maschile (spermatozoo) o l’ovulo femminile (ovocita) non appartiene a uno dei genitori ma a un donatore esterno alla coppia.

La donazione dei gameti (ovociti e spermatozoi) è gratuita, volontaria e anonima. Gli esami e i controlli che devono effettuare donatori e donatrici sono totalmente a carico del Servizio sanitario regionale. I donatori maschi per legge devono avere un’età tra i 18 e i 40 anni, le donatrici tra i 20 e i 35 anni.

Una prima valutazione sull’idoneità alla donazione può essere fatta innanzitutto dalla persona stessa, rispondendo alle semplici domande previste da questo breve questionario.

L’esito del questionario è solo indicativo: per avere una risposta certa sull’idoneità alla donazione è necessario contattare uno dei Centri pubblici di procreazione medicalmente assistita dell’Emilia-Romagna.

In Emilia-Romagna la fecondazione eterologa è gratuita dal 2014 nelle strutture sanitarie pubbliche. Le strutture autorizzate ad effettuarla sono 6: Ospedale Maggiore di Parma, Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, Policlinico di Modena, Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, Ospedale di Lugo (Ravenna), Ospedale Cervesi di Cattolica (Rimini).

Fecondazione eterologa, i Centri pubblici dell'Emilia-Romagna

Per informazioni rivolgersi a:
Redazione ER Salute
Email: ersalute@regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it